A Viterbo il Meeting dei Panathlon del Lazio: tanti i programmi, tutti rivolti al sociale e al fair play

Il Meeting dei Panathlon dell’area Lazio si è tenuto domenica a Viterbo, con visita guidata della città e ricevimento in comune alla presenza del sindaco Giovanni Arena. Il Panathlon Club International di Latina, presieduto da Umberto Martone, con governatore del Lazio Massimo Zichi, era presente all’iniziativa organizzata nel 2019 dal club della Tuscia – giunta alla terza edizione – conclusasi con una riuscita conviviale sul lago di Vico.

Il sodalizio pontino è in pieno fermento e sono molti i soci che stanno per aderire. I programmi sono tanti e ambiziosi, tutti rivolti al sociale. IL Fair play è sempre il primo pensiero del movimento, significa rispettare le regole e l’avversario, accettare e riconoscere i propri limiti, sapere che i risultati sportivi ottenuti sono correlati all’impegno. Tuttavia il concetto di fair play non si esaurisce nel semplice rispetto delle regole.

Esso, infatti, promuove valori, tanto importanti nella vita quanto nello sport, come l’amicizia, il rispetto del prossimo e lo spirito di gruppo. Ancor prima di un modo di comportarsi, il fair play è un modo di pensare allo sport come un’occasione di partecipazione e di assunzione di responsabilità. Il Fair Play è lotta all’inganno, alla violenza fisica e verbale, allo sfruttamento, all’eccessiva commercializzazione e alla corruzione. Lo sport praticato con fair play offre agli individui l’opportunità di conoscere meglio se stessi; di fissare e di raggiungere, attraverso la perseveranza e il sacrificio, gli obiettivi prefissati.