#Ceccano e #Frosinone – Nas in azione, maxi sequestro di alimenti pericolosi

Sedici tonnellate di alimenti potenzialmente nocivi per la salute sono state sequestrate dai carabinieri del Nas di Latina nel corso di verifiche a Ceccano e a Frosinone. Gli alimenti sequestrati erano in parte scaduti, sottoposti ad illecite procedure di congelazione ed in parte privi delle indicazioni e della documentazione relativa alla tracciabilità.

In particolare, a Ceccano il deposito sarebbe stato trovato in pessime condizioni di pulizia e manutenzione strutturali. Qui sono state rinvenute oltre 15 tonnellate di alimenti vari – carne, prodotti ittici, preparati gastronomici, gelati, salumi ed insaccati – sottoposti ad illecite procedure di congelamento, con date di scadenza e termine minimo di conservazione scaduti anche da più di 4 anni ed ammassati in promiscuità con altri alimenti conformi. La sanzione prevista supera i 2.000 euro. Il titolare dovrà anche ottemperare ad alcune prescrizioni della Asl volte a sanare la situazione igienico-strutturale trovata dai carabinieri. Nel frattempo è stato disposto il blocco della movimentazione degli alimenti. Il valore del sequestro è di circa un milione e mezzo di euro.

A Frosinone invece ad essere sequestrati circa 1.000 kg di olive in varie confezioni e tipologie di conservazione e del valore complessivo di circa 10.000 euro. Erano pronte per essere commercializzate al minuto, ma risultavano prive di ogni indicazione relativa alla tracciabilità. I militari hanno rilevato anche la mancata attuazione delle procedure di autocontrollo: la sanzione prevista ammonta a 3.500 euro.