#Cisterna – Gambararo: “Qualità della vita inaccettabile”

Enzo Gambararo, 52 anni, è commercialista e uomo di sport. Nella sua visione, “la qualità della vita a Cisterna è troppo bassa e la città è attualmente in difficoltà. La situazione continua a restare molto problematica sotto vari aspetti: la mancanza di lavoro e di attività imprenditoriali impoverisce la nostra economia sempre di più, spingendo la maggior parte dei giovani a emigrare o ad accettare lavori in nero. Inoltre, per quanto riguarda l’assistenza sanitaria, la nostra città, priva di strutture idonee, non regge il paragone se confrontata ai livelli di eccellenza raggiunti nel nord Italia. E che dire dei servizi scolastici e per i giovani? Pochi gli asili nido pubblici, le mense scolastiche e le strutture sportive sono spesso trascurate.

Il nuovo Palasport da 3500 posti non è mai entrato in funzione così come il rinnovato Stadio Bartolani per il calcio”. Gambararo continua: ”Alcune strade versano in uno stato di abbandono e prive di manutenzione. Questa, purtroppo, è l’amara realtà. Ma che fare? Non possiamo continuare a lamentarci. Sicuramente parte di queste colpe la dobbiamo addebitare ai precedenti politici e amministratori, ma è anche nostro dovere fare in modo di migliorare la condizione della nostra città attraverso un impegno concreto e partecipativo”.

Paolo Iannuccelli