Colonie estive, serve controllo e professionalità

Consiglio ai genitori di effettuare accurati controlli e prendere informazione dettagliate prima di iscrivere una figlio a una colonia estiva. Ce ne sono a centinaia nel Lazio, basta guardarsi intorno e vedere tanta pubblicità sui muri o sulla stampa locale, promettendo mare, piscina, collina, montagna, lingua inglese, sport e divertimento assicurato.

Seri professionisti del settore esistono ma anche malfattori incompetenti e senza scrupoli che danneggiano le giornate dei bimbi nella opprimente calura estiva senza professionalità, competenza e titolo per svolgere quel delicato lavoro. Le paghe talvolta sono da fame, come quelle dei braccianti sfruttati in agricoltura. E’ auspicabile l’aumento dei controlli da parte degli organi preposti per evitare incidenti o danni.

Un bambino di tre anni è ricoverato in gravi condizioni dopo avere rischiato di annegare nella piscina di un asilo privato a Vigasio (Verona). Dai primi rilievi effettuati dai Carabinieri intervenuti sul luogo dell’ incidente, sembra che il piccolo sia rimasto troppo tempo all’interno della piscina gonfiabile che era stata allestita in un’area della struttura per affrontare la calura estiva.

Quando le operatrici si sono rese conto che il bambino aveva perso i sensi, lo hanno tirato fuori dalla piscina e praticato le prime manovre di emergenza, allertando i sanitari del 118. Il piccolo è stato trasportato con l’elisoccorso all’ospedale di Verona Borgo Trento in codice rosso.

Paolo Iannuccelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*