Italia flagellata dalle alluvioni, quella del Polesine fu una catastrofe

Tempo di alluvioni in ogni parte d’Italia. L’ alluvione del Polesine del novembre 1951 fu un evento catastrofico che colpì gran parte del territorio della provincia di Rovigo e parte di quello della provincia di Venezia (Cavarzerano), causando circa cento vittime e più di 180.000 senzatetto, con molte conseguenze sociali ed economiche. Da quelle zone ai tempi della bonifica e della edificazione delle città nuove emigrarono molti coloni in cerca di terre da coltivare, dal 1928 al 1934.

L’Agro Pontino ha sempre avuto collegamenti stretti con gli abitanti di quelle terre povere e martoriate. In molti tra gli alluvionati trovarono ospitalità tra i parenti nel Lazio, una calda accoglienza in un momento difficile. Scattò un vero e proprio movimento di solidarietà verso chi aveva perso tutto. Alcune famiglie sono rimaste a vivere per sempre a Latina e dintorni, aumentando la già cospicua presenza di donne e uomini del Polesine.

Paolo Iannuccelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*