La Befana, feste e tradizioni nell’Agro Pontino

La festa della Befana ha una grande importanza in Agro Pontino, terra di veneti, friulani, emiliani e romagnoli che conservano antiche tradizioni. I borghi sono sempre pronti ai riti tradizionali, con i falò in testa ai pensieri degli abitanti che da giorni accatastano cose vecchie in cortile o preparano sagome da bruciare.

La Befana ritorna puntuale ogni anno, trova tante calze appese presso il focolare, tante quanti i bambini che vivono in quella casa. I bambini, prima di andare a dormire, le appendono bene in vista, perché la Befana le trovi senza fare troppa fatica. Di solito le appendono proprio sotto la cappa del camino.

Una volta se i bambini non erano stati buoni, la befana riempiva le calze o le scarpe di carbone che trovava nel camino.
La notte dal 5 al 6 gennaio, in molti borghi del Pontino del Veneto si brucia la Befana, un falò con la sagoma della vecchia dentro, bevendo il vin blulè, mangiando dolci tipici e cantando filastrocche.

Paolo Iannuccelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*