La solidarietà di Casapound ai lavoratori Corden Pharma

“Solidarietà ai lavoratori Corden Pharma”. Questo il testo dello striscione che ieri sera i militanti di CasaPound Latina hanno affisso sulla recinzione della Corden Pharma di Sermoneta per esprimere la vicinanza ai 500 lavoratori rimasti senza lo stipendio di ottobre. “Poco meno di un anno fa – si legge in una nota dei militanti – l’azienda aveva annunciato la cassa integrazione guadagni ed ora, per presunti problemi di liquidità, non ha pagato gli stipendi ai lavoratori”.
Nel corso degli anni la Corden Pharma, dopo essere subentrata alla multinazionale Bristol Myers Squibb nel 2010, aveva messo mano al costo del lavoro. “Fa specie notare però – continua la nota di Casapound – che nel 2016, nonostante i tagli e la crisi del settore chimico-farmaceutico, la società chiudeva comunque con un utile di 1,2 milioni di euro ed un flusso di cassa di oltre 5 milioni. Altro elemento che stona è il mancato deposito del bilancio del 2017. Ci troviamo di fronte ad una una cattiva gestione che non può e non deve ricadere sui 500 lavoratori e sulle loro famiglie.
Proprio oggi ci sarà un tavolo istituzionale con il Prefetto e nell’attesa di una pronta risoluzione esprimiamo vicinanza e solidarietà, aggiungendo che siamo pronti ad assistere le famiglie di chi si è visto negato il salario”.