Latina – Entra nel vivo il Festival del Circo: oggi il Caffè Letterario, nel weekend giuria al lavoro

Entra nel vivo il Festival Internazionale del Circo. Dopo la parata inaugurale che si è svolta per le vie del centro cittadino di Latina, oggi la sesta edizione del Caffè Letterario a tema circense. A partire dalle 18 nel foyer del tendone in via Rossetti saranno protagonisti la narrativa, la poesia, la saggistica ed i fumetti. L’ingresso è libero. Ospiti della giornalista Dina Tomezzoli scrittori, autori e protagonisti che hanno intrecciato la loro vita con il circo. Con il redattore della Tunué, Diego Fiocco, si racconterà la storia a fumetti di Viola giramondo e Il Piccolo Re due graphic novel della collana Tipitondi a tema circense. Ci sarà Roberto D’Alonzo, attore regista e fondatore della compagnia L’Altro Clown, una branca della “Valigia di Cartone” che ha lo scopo di accrescere, ricercare e sperimentare il lavoro specifico sul clown perché il linguaggio del clown è universale e non è codificabile. Filippo Riminucci presenterà “I Cavedo, Storia di una famiglia circense”, l’ultimo lavoro di Giancarlo Cavedo, annoverato tra i migliori dieci clown del secolo scorso. La 19ª edizione dell’International Circus Festival of Italy coincide con le celebrazioni dei 250 anni della nascita del circo moderno e al Caffè Letterario non poteva mancare un omaggio alla prima famiglia di circensi italiana. Insieme ad Elvio Togni sarà presentato il foto libro “Cesare Togni – le immagini raccontano” frutto della collaborazione tra Roberto Goffi, Alex Togni e Mauro Avenoso dedicato al grande acrobata, cavallerizzo ma soprattutto trapezista Cesare Togni. Il Circo è cultura, integrazione, inclusione e amore per gli animali e per chi ha ogni tipo di “diversa” abilità. Nel salotto del Caffè Letterario si parlerà anche di autismo con “Il favoloso mondo di Dainaly” della fotografa Liliana Ranalletta che ha racchiuso nei suoi scatti, diventati poi un libro curato da Irene Alison, il favoloso mondo di Dainaly una ragazza autistica, nata e cresciuta in una famiglia circense. Anche quest’anno protagonisti de il “Caffè letterario a tema circense” la narrativa, la poesia, la saggistica, ma soprattutto l’amore per un’arte che è spettacolo.

Flavio Togni

Sabato 20 e domenica 21 ottobre, i tredici giurati presieduti dall’ideatore e fondatore del Festival Internazionale del Circo di Budapest, Istvan Kristof, sarano invece al lavoro per valutare i numeri in competizione nei due spettacoli. Saranno 27 e saranno divisi fra le due esibizioni. L’unico numero che si ripeterà sarà quello di Flavio Togni, special guest di questa edizione. Già vincitore del massimo riconoscimento attribuito agli artisti del Circo, il Clown d’Oro a Montecarlo, oltre a tre Clown d’Argento, Flavio Togni torna al Festival Internazionale del Circo d’Italia dopo dieci anni e presenta un eccezionale numero di cavalleria: otto cavalli in libertà (quattro arabi bianchi e quattro arabi neri) impegnati in incroci, piroette, scambi ed una spettacolare serie di debout. Una esibizione fuori concorso, un omaggio ai 250 anni del Circo Moderno, realizzata appositamente per l’International Circus Festival of Italy, come del resto la maggior parte dei numeri in gara.

Domenica, ai voti della Giuria Tecnica si uniranno quelli della Giuria della Critica costituita da giornalisti e fotografi della stampa estera, nazionale e locale e personaggi del mondo dello spettacolo, fra gli altri, l’attrice regista e sceneggiatrice Karin Proia, l’attore regista e produttore di cortometraggi e documentari Raffaele Buranelli ed il ballerino e coreografo internazionale Valerio Moro ormai una presenza consolidata nella giuria del Festival.

La consegna dell’ambito Latina D’oro, e degli altri prestigiosi premi, ci sarà lunedì 22 ottobre al termine della serata di gala che inizierà alle 20,30.