#Latina – L’8 dicembre Visioni Oniriche, sperimentando i sogni in galleria

Un percorso audiovisivo affascinante, per adulti e bambini, fatto di installazioni immersive, giochi di luci, cinema, poesia, musica e arte relazionale. Il sottopassaggio del Palazzo Pegasol si trasformerà in una vera e propria Galleria d’Arte Temporanea con una mostra-evento dedicata alla poetica del sogno.

Visioni Oniriche – Dream Experience è stata presentata questa mattina con una conferenza stampa al Museo Cambellotti di Latina dal consigliere comunale di LBC Fabio D’Achille, presidente della commissione Cultura e delegato all’arte contemporanea. La mostra-evento è organizzata da Polvere nell’ambito della biennale MArte Live di Roma. Clicca per seguire su Facebook

“Un evento molto interessante dal punto di vista dell’arte contemporanea, gratuito, che permetterà agli appassionati una entrée diversa per le feste natalizie” – ha detto D’Achille. ASCOLTA

 

“La manifestazione nasce slegata dal materiale, per inserirsi in una dimensione onirica, di speranza. Una prospettiva diversa per il Natale” – ha spiegato Francesca Lavagnini, presidente dell’associazione Polvere. ASCOLTA

 

L’accompagnamento musicale è affidato alle note di Juri Panizzi e Marco Libanori, due musicisti pontini che con chitarra e percussioni elettriche interpreteranno le immagini di una video art, attraverso l’improvvisazione. ASCOLTA

 

Il programma della manifestazione

16,00 / 18,00
Apertura mostra urbana. Grandi e piccoli saranno chiamati a contribuire all’allestimento con disegni e poesie. Si avvia un’opera collettiva.

18,00 / 22,00
I visitatori saranno accolti in una dimensione “onirica” in cui POESIA, CINEMA e MUSICA si intersecano nello spazio creando un percorso esperienziale unico;
una “città capovolta” dove il surreale si confonde con il reale, grazie ad installazioni luminose e immersive attivabili mediante un QR code tramite l’app EyeJack.

La forte componente visuale e tecnologica inviterà i partecipanti a leggere, fotografare, filmare e condividere sui social usando gli hashtag dedicati.

Lo spazio, così trasformato, sarà percepito come un insolito contenitore di bellezza e speranze, restituendo una prospettiva dinamica e differente della realtà, in cui i sogni si realizzano e il futuro è migliore. Un vero e proprio regalo di Natale.

CREDITS:
Collettivo L4R / Giacomo Ravesi / Marco Libanori e Juri Panizzi / Point of View