#Latina – Marchiella: “Strani avvisi e pessima gestione per il cimitero di Borgo Montello”

La commemorazione dei defunti ha fatto emergere numerose problematiche nel cimitero di Borgo Montello. Lacune e lati oscuri che, secondo il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Andrea Marchiella sono “da intendere a più ampio respiro, riconducibili alle discutibili scelte di un’Amministrazione poco propensa al dialogo con i cittadini. La struttura del borgo – commenta Marchiella – presenta innumerevoli mancanze sul profilo della manutenzione e dell’accoglienza: basti pensare alle fontane non funzionanti, all’erba alta sui viali, al parcheggio inadeguato. Non intendo attribuire colpe a qualcuno in particolare, ma parto da un dato di fatto: nel recente passato si occupava di gestire l’area un custode del borgo che aveva a cuore il borgo stesso, una persona scelta secondo un preciso indirizzo politico mirato ad affidare determinati incarichi ad una persona del luogo. Ora invece ci si affida a personale esterno che evidentemente non manifesta la stessa passione e lo stesso attaccamento”.

L’analisi di Marchiella si sofferma poi su un avviso affisso all’esterno del cimitero, riguardante la regolarizzazione delle assegnazioni di sepolture sprovviste di contratto: “Si tratta di un avviso di riscossione nel quale si chiede di regolamentare le posizioni scadute e quelle in corso. Io lo traduco come un tentativo decisamente poco etico di reperire soldi attraverso i morti, per giunta ai danni di famiglie che vivono un momento di difficoltà. Una comunicazione del genere, inoltre, dovrebbe partire da una determina dirigenziale con tanto di firma: su quel foglio, invece, vedo soltanto un timbro del Comune”.