#Lazio – Vaccinazione antinfluenzale al via: ecco tutto quello che c’è da sapere

Parte in questi giorni la campagna di vaccinazione antinfluenzale stagionale, promossa dalla Regione Lazio, che avrà termine il 31 dicembre. Sarà possibile sottoporsi alla vaccinazione presso gli ambulatori dei medici di famiglia o presso i centri vaccinali aziendali.
“L’influenza – si legge in una nota della Asl e della Regione Lazio – costituisce un serio problema sanitario per la sua contagiosità e per la possibilità di dar luogo a gravi complicanze. Per tale motivo la vaccinazione antinfluenzale è consigliata vivamente a tutti coloro che appartengono alle categorie considerate a rischio, soprattutto per prevenire le complicanze di particolare gravità e i ricoveri ospedalieri”.

Sulla base delle indicazioni contenute nella Circolare del Ministero della Salute, il vaccino antinfluenzale viene offerto gratuitamente ai soggetti a partire dal 65esimo anno di età , ai soggetti di qualunque età affetti da patologie croniche; alle donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza; al personale sanitario; ai familiari e contatti di soggetti ad alto rischio, al personale delle forze dell’ordine, ai soggetti addetti a servizi pubblici di interesse collettivo.

Da quest’anno, inoltre, la vaccinazione sarà offerta gratuitamente anche ai donatori di sangue. Contestualmente alla vaccinazione antinfluenzale, sarà possibile effettuare gratuitamente anche la vaccinazione antipneumococcica, per proteggersi dallo pneumococco, batterio responsabile di infezioni a carico dell’apparato respiratorio, quali la polmonite e, di malattie sistemiche, come meningite e sepsi.

Oltre che ai soggetti di qualunque età affetti da patologie croniche, questa vaccinazione viene offerta quest’anno ai nati negli anni 1943, 1948, 1953 . La Regione Lazio inoltre a partire da quest’anno offre ai soggetti nati negli anni 1952 e 1953 la possibilità di effettuare sempre gratuitamente la vaccinazione contro l’Herpes Zoster, comunemente conosciuto come il “Fuoco di Sant’Antonio”.
Lo scorso anno sono state somministrate nella Azienda ASL Latina 92.628 dosi di vaccini antinfluenzali. Per vaccinarsi occorre rivolgersi al proprio medico di famiglia o ai centri vaccinali dei servizi di igiene pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*