#Mns #Latina, le nomine del movimento di #Alemanno e #Storace

Alemanno e Storace

Si è costituito negli scorsi giorni il Circolo di Latina del Movimento Nazionale per la Sovranità, espressione territoriale della formazione politica, di recente nascita (febbraio 2017), guidata da Gianni Alemanno e Francesco Storace.

Il segretario provinciale, Davide Del Bono, ha nominato segretario comunale del MNS Sergio Toselli, ingegnere e già vice sindaco di Latina con Ajmone Finestra. Ad Alessio Dell’Armellina, ex coordinatore comunale di Forza Nuova, e Nicola Ferrero il ruolo di vice segretario, rispettivamente reggente e portavoce. Presidente del Circolo di Latina del MNS è Gabriele Tecchiato, studioso di islamistica e di russistica, affiancato, nel ruolo di vice presidente da Vittoria Bruscagin, consigliera comunale del MSI durante l’amministrazione di Ajmone Finestra e in seguito dirigente provinciale di AN.

Il segretario comunale ha inoltre provveduto ad assegnare le deleghe in seno al direttivo cittadino: Armando Pandolfo, per anni responsabile della segretaria provinciale di Alleanza Nazionale rivestirà il ruolo di tesoriere, mentre responsabili dell’organizzazione sono Ferdinando Russo, già consigliere circoscrizionale AN a Latina Est, e Alessandro Oliva. A Franca Cassandra, imprenditrice nel settore manifatturiero, Nunzia Rosella, anch’essa imprenditrice, e Sonia Nanni, imprenditrice nel settore immobiliare, l’incarico di curare i rapporti con il mondo dell’imprenditoria e delle libere professioni, a Giampaolo Leo i rapporti con i sindacati. A occuparsi di sanità sarà Cristian Rapone, segretario provinciale UGL-Sanità e infermiere presso l’Icot, saranno invece Fulvio Conti, broker assicurativo, e Andrea Frasca a occuparsi del sociale. Referente giovani è Dario Pagliazzi, attivo nel settore terziario.

“Il Movimento Nazionale per la Sovranità si pone,senza preconcetti ideologici e scevro da ogni animosità, in un quadro di netta collocazione politica alternativa a quella che è l’attuale amministrazione della città di Latina, che – si sottolinea in una nota – aveva saputo attrarre e intercettare le speranze e le delusioni dei cittadini in un movimento civico, per palesarsi infine in quella che è la sua vera natura politicizzata. Un’amministrazione di cui il Movimento Nazionale per la Sovranità non può non denunciare tutte le mancanze e tutta l’inadeguatezza, lavorando già da oggi per costruire un cambiamento pragmatico e concreto, senza ricorrere a libri dei sogni, rivelatisi ben presto illusioni sciattamente condannate a sfiorire”.