Non ce l’ha fatta Iosif, il bimbo rimasto incastrato nel nastro trasportatore

Non ce l’ha fatta il piccolo Iosif, il bimbo vittima di un terribile incidente ieri pomeriggio in una cooperativa agricola nella zona al confine tra Terracina e San Felice Circeo. La speranza si è spenta questa mattina, in un letto del policlinico Gemelli di Roma, lì dove era stato trasferito in gravissime condizioni.

Non è ancora chiaro come sia accaduto in quei terribili istanti, fatto sta che il bimbo è rimasto incastrato con le braccia nel nastro trasportatore usato per il lavaggio degli ortaggi. Il personale del 118, immediatamente giunto sul posto, ha tentato in tutti i modi di rianimarlo.

Operazioni che sono andate avanti per ore, con il bimbo che aveva perso i sensi per due volte. I medici erano comunque riusciti a stabilizzarlo e a farlo salire sull’eliambulanza per poi trasportarlo al Gemelli, lì dove il suo cuore ha smesso di battere questa mattina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*