Regione Lazio – Pesca, 1milione e 400mila euro per due nuovi bandi

La Regione Lazio ha pubblicato due nuovi bandi del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) per un investimento complessivo di circa 1 milione e 400mila euro. Il primo, da 188mila, punta a favorire lo sviluppo di nuove attività economiche nel settore della pesca a opera di giovani pescatori, in linea con l’obiettivo tematico di migliorare la competitività delle PMI ed è rivolto ai pescatori e anche a cittadini potenzialmente interessati al settore. Il sostegno non può, in ogni caso, essere superiore a 75mila per giovane pescatore (età inferiore ai 40 anni) e viene concesso unicamente riguardo alla prima acquisizione di un peschereccio.

Il secondo bando, da 1 milione e 200mila euro intende promuovere la competitività delle aziende, che operano nel settore della trasformazione e della commercializzazione del prodotto pescato, attraverso la realizzazione di investimenti finalizzati al risparmio energetico e alla riduzione dell’impatto sull’ambiente, al miglioramento della sicurezza, dell’igiene e delle condizioni di lavoro.
Di questo bando sono destinatarie le Piccole e medie imprese iscritte alla Camera di Commercio del territorio di competenza. L’investimento massimo ammissibile, in questo caso, è pari a 400mila, l’investimento minimo si attesta invece sui 15mila. I progetti avranno una quota di cofinanziamento pubblico pari al 50% della spesa ammissibile. E’ possibile partecipare ai bandi sino al 5 aprile prossimo. Per maggiori informazioni e chiarimenti è possibile consultare il sito lazioeuropa.it.

“Si tratta di due misure importanti – commenta l’assessore Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali, Enrica Onorati – che abbiamo voluto mettere in campo per sostenere un settore che merita di essere rilanciato e che nella nostra regione può contare su un bacino piuttosto ampio di interessati: dai giovani, che lavorano nel mondo della pesca, alle piccole e medie imprese, che invece in esso investono. L’immissione di nuova liquidità rappresenta senza dubbio una leva importante in un momento molto delicato dal punto di vista economico come quello che sta attraversando il nostro Paese”.