#Roma – Droga dai Balcani, arresti e perquisizioni

Un’organizzazione dedita al traffico di droga dai Balcani è stata scoperta dalla polizia di Chieti.

Il gruppo criminale sgominato questa mattina in un’operazione congiunta con altre questure italiane, aveva infatti sede proprio nella provincia abruzzese, ma aveva ramificazioni anche nelle province di Pescara, Teramo, L’Aquila, Varese, Milano e Roma.

Qui si sono svolti altri blitz e 27 perquisizioni a carico di diversi indagati. Per l’operazione sono state impiegate 200 unità di personale.

Sono state 17 le persone arrestate, tutte componenti della banda capeggiata da albanesi che gestivano il traffico di droga sull’intera fascia costiera abruzzese e in altre province fuori regione.

Nel corso delle indagini, durate circa due anni, sono state arrestate 25 persone in flagranza di reato per detenzione a fine di spaccio di sostanza stupefacente e indagate altre 57; considerevoli sono stati i sequestri di droga: 300 chili di marijuana del tipo “orange”, 90 chili di hashish, un chilo di cocaina, che sul mercato al dettaglio avrebbe fruttato circa 6 milioni di euro.

Durante l’attività investigativa i poliziotti sono dovuti intervenire per scongiurare un’azione punitiva con l’uso di armi da fuoco sequestrando ad un albanese una pistola e un fucile a canne mozze. Dall’indagine, Inoltre, è emerso che gli arrestati, per procurarsi il denaro per l’acquisto dello stupefacente, ricorrevano anche a furti e rapine.

In una circostanza, gli agenti hanno sventato una rapina a danno di una farmacia del teramano, sequestrando una pistola ad aria compressa modificata e un passamontagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*