Roma – Maltrattamenti e minacce da parte del convivente, un arresto al Tuscolano

Nei giorni scorsi una ragazza di 24 anni si è presentata negli uffici del Commissariato di Polizia Tuscolano, dove ha denunciato i continui maltrattamenti con minacce aggravate da parte del suo convivente, un 40enne di professione meccanico, residente nel quartiere Tuscolano. La giovane ha raccontato di essere vessata da oltre cinque mesi con continui maltrattamenti e gravi minacce di morte da parte dell’uomo.

Durante le indagini, gli agenti della Polizia, appartenenti alla squadra anticrimine del Commissariato, hanno ritenuto opportuno procedere ad una perquisizione domiciliare a carico del meccanico, finalizzata alla ricerca di eventuali armi.

La perquisizione ha permesso di rinvenire, nascosto in un letto contenitore, uno zaino al cui interno erano custodite una pistola giocattolo in metallo, priva di tappo rosso, nonché una serie di pugnali e coltelli, complessivamente 42, di lunghezza considerevole.

Le armi sono state sequestrate ed il 40enne è stato denunciato per atti persecutori, minacce e maltrattamenti in famiglia, nonché diffidato a non avvicinarsi alla sua ex convivente in attesa di eventuale provvedimento da parte dell’Autorità Giudiziaria.