Vaccini – L’ordine dei medici: “A Latina non serve l’autocertificazione, c’è l’anagrafe informatizzata”

Latina l’anno scorso si è dotata di un’anagrafe informatizzata per facilitare le famiglie nel presentare la documentazione vaccinale a scuola, richiesta dalla legge Lorenzin e che i dirigenti scolastici hanno detto di voler far rispettare per l’ingresso negli istituti. Lo ricorda l’ordine dei medici provinciale, che sottolinea quindi come nel territorio di competenza della Asl pontina non sia necessario ricorrere all’autocertificazione: si può infatti ottenere il certificato di regolarità online in due minuti, con pochi clic.

“Il cittadino – spiegano da Piazza Celli – può produrre in autonomia l’attestato relativo allo stato vaccinale dei figli su cui esercitano la patria podestà, cliccando sul link, e compilare così la domanda di richiesta del certificato inserendo i propri dati e quelli del proprio figlio. Il sistema informativo verificherà la conformità dei dati inseriti con la banca dati ASL e produrrà la certificazione sullo stato vaccinale. La scuola ne verificherà l’autenticità tramite lettura del QR code o mediante inserimento sul portale del CF del minore e di quello di autenticità.
In caso di problemi tecnici di qualsiasi natura (es. calendario vaccinale non completo, errore e/o incongruenza nei dati inseriti, errori nella formulazione della domanda), il sistema informatizzato indirizza il cittadino all’appuntamento con il Centro vaccinale territorialmente competente, dopo aver richiesto all’interessato i dati anagrafici, un numero di telefono cellulare e l’indirizzo di residenza. Nel caso che l’appuntamento sia per il completamento del calendario vaccinale il genitore dovrà esplicitamente accettare di voler effettuare le vaccinazioni previste per il proprio figlio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*